Essere allevatori. Una sfida, una gioia.

lupo 3

Oggi vi vogliamo parlare del nostro lavoro. Essere allevatori è bellissimo, vivere un territorio in rispetto dell’ambiente è il sogno di molti, ma c’è anche il rovescio della medaglia, come in tutte le cose. Si lavora dall’alba sotto ogni condizioni metereologiche (abbiamo visto, purtroppo ,cosa è successo anche ai nostri amici e colleghi in Abruzzo e nelle Marche). Ore 5.00 siamo in stalla, perché le pecore hanno bisogno di essere munte, ma anche i nostri alleati in campo hanno bisogno di mangiare prima di iniziare la dura giornata di lavoro. Normalmente chiudiamo il bestiame in ricoveri notturni per la notte, non sono grandissimi e ci obbligano ad aumentare il lavoro nella pulizia dell’ambiente dove rimane il bestiame per tutta la notte, ma così non abbiamo problemi coi predatori (vari ed eventuali.. volpe inclusa). I cani da guardiania seguono le pecore in sala mungitura e aspettano pazienti che sia finito il lavoro e poi tutti fuori al pascolo, quei pochi pascoli rimasti, perché la stagione non è stata clemente neanche dove non ha nevicato. Pochi sono le aree verdi che ancora possono essere utili per greggi grandi. I cani, anche se adulti, ogni tanto vanno controllati e seguiti per valutare se stanno svolgendo bene il loro prezioso lavoro. Il legame che si crea tra bestiame e cane è come quello che hai con il tuo migliore amico. Ti fidi e la FIDUCIA E’ TUTTO. Tra un controllo e l’altro del bestiame, noi dobbiamo preoccuparci delle pratiche burocratiche (sempre più pesanti) girando come matti tra gli uffici; ci dobbiamo preoccupare anche di arare i campi, seminare (se è il momento) e gestire l’azienda secondo le norme severe, ma giuste, di quella che si chiama condizionalità, ricordandoci sempre che il prezzo dei prodotti primari cala sempre di più e stranamente i prezzi dei prodotti per i consumatori aumentano sempre. Ora, che è ancora inverno, e che vero le 17.00 comincia a imbrunire, cani e pecore vengono riportate in stalla e ben felici di mangiare della buona miscela entrano inlupo 1lupo 2lupo 3lupo 4stallalupo 5 sala di mungitura. I cani, anche questa volta, stanno li vicini alle loro compagne di pascolo. Un buon allevatore controlla sempre che il cane stia bene e che al suo rientro si alimenti correttamente. Una carezza e uno sguardo tra il folto pelo per vedere se ci sono ferite o “forasacchi” non fa mai male. La giornata si conclude verso le 19.. 19.30..20…. insomma quando si deve, non guardiamo l’orologio. E’ UN LAVORO SENZA POLTRONA, UNA PASSIONE INFINITA.. ma molte volte noi che con costanza e fatica cerchiamo di migliorare la gestione del bestiame con l’ausilio dei cani da guardiania e di ricoveri notturni non siamo considerati. Venite a vedere come lavoriamo, magari non saremo perfetti.. ma alleviamo il nostro bestiame e i nostri cani da guardiania col cuore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *