Il lupo nelle aziende

Negli anni la presenza dei predatori e quindi anche del lupo, ha influenzato la gestione del bestiame da parte degli allevatori in terra grossetana. I cambiamenti sono avvenuti col tempo e con la naturale espansione della popolazione di canidi. Molte sono le persone che vogliono conoscere i “segreti” del lupo, noi facciamo di più: vi portiamo in una delle zone più belle e suggestive della maremma e vi mostriamo la vita quotidiana di aziende agricole zootecniche che si trovano in un territorio dove ogni giorno si possono incontrare lupi, volpi, cinghiali.. anche in pieno giorno. Noi vi vogliamo portare a conoscere la biologia e l’etologia dei predatori, ma vogliano andare anche alla scoperta del bestiame che forgia e modella questo splendido ambiente. Lo faremo con una delle azienda di difesAttiva, che con impegno e costanza utilizza strumenti di prevenzione al pascolo, cani da guardianìa.

Domenica 26 marzo 2017 ore 10.00 davanti alla Chiesa di Cupi, Magliano in Toscana, ci troviamo con la guida ambientale escursionistica. Lì si effettua l’iscrizione e il pagamento (10 euro a persona). La guida devolverà, successivamente, parte del ricavato all’azienda agricola per il mantenimento dei cani da guardianìa.
L’escursione è facile, il percorso è di 7 chilometri per un dislivello di 300 metri.
Dopo un primo tratto, con vista panoramica in un’area caratterizzata da vegetazione mediterranea, il nostro cammino continuerà verso l’azienda agricola zootecnica dove ci aspettano circa 250 pecore e due cani, Orso e Ida, a protezione del bestiame. Inoltre, è previsto l’assaggio di prodotti lattiero caseari di Agrocasearea Paola Loi, che ci ospita.

NOTE: Pranzo al sacco, abbigliamento a cipolla e si consigliano scarpe da trekking.

PRE-ISCRIZIONE: obbligatoria entro il 24 marzo 2017 via mail a difesattiva8@gmail.com oppure al numero 3478454341. Numero minimo per svolgere l’attività 10 persone, numero massimo 30 persone.

Vi aspettiamo perché #DIFESATTIVASIETEVOIESIAMONOI

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *